ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco e contenuti in sequenza --> menù di sinistra parte centrale menù di destra vuol dire che stai usando un browser che non supporta appieno i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbero comunque essere perfettamente leggibili.

notizie scientifiche dal mondo


Google
 

Pericolo infezioni nel delizioso "Sushi"

di Silvia Sorvillo

I rischi della tradizionale polpetta giapponese di pesce crudo, di gran moda anche in Occidente

Dal quotidiano Ultime Notizie. giovedì 15 luglio 1999

NEW YORK. Le polpette giapponesi di pesce crudo, ultimamente di gran moda, potrebbero nascondere al loro interno ospiti poco gradevoli per i nostri fegato e intestino. Veicoli di possibile contagio sono i pesci d'acqua dolce: salmoni, trote, carpe, ma anche i marini merluzzi, aringhe e alici. La moda mondiale del "sushi" e del "sashimi bar" propone un tipo di alimentazione che ha origini antichissime nella tradizione culinaria giapponese o comunque orientale. Se è vero che esiste addirittura un'accademia californiana del sushi per insegnarne l'arte della preparazione, non sempre i nuovi locali europei garantiscono un sistema di congelamento e scongelamento del pesce a prova di infezione.

il verme "Anisakis" potrebbe celarsi nella deliziosa polpetta marina

I disturbi possono essere di diversa entità, e vanno da lievi mal di pancia a dolorosi attacchi che richiedono l'intervento chirurgico per rimuovere il verme cosiddetto "Anisakis" che potrebbe celarsi nella deliziosa polpetta marina. Dunque, sushi si, in patria o in vacanza all'estero; ma bisogna chiedere garanzie, specie negli improvvisati locali più modaioli che giapponesi.






l'angolo di Blackcat
Scienzità è stato realizzato da Silvia Sorvillo e Vittorio Sossi