ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco e contenuti in sequenza --> menù di sinistra parte centrale menù di destra vuol dire che stai usando un browser che non supporta appieno i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbero comunque essere perfettamente leggibili.

notizie scientifiche dal mondo


Google
 

Riuscito un nuovo trapianto di mano

di Silvia Sorvillo

Dopo l'intervento francese anche negli Usa si procede all'impianto di un arto
A Louisville, nel Kentucky, operato un uomo di 37 anni

Dal quotidiano Ultime Notizie. mercoledì 3 febbraio 1999

LOUISVILLE. Matt Scott (37 anni) è stato operato il 25 gennaio al Jewish Hospital di questa cittadina del Kentucky. L'intervento si è protratto per quindici ore. L'equipe medica, composta da diciassette medici, è stata diretta da Warren C. Breidenbach, esperto in chinirgia della mano.
Il Jewish Hospital è uno dei centri più all'avanguardia sia per le tecniche chirurgiche, sia per quelle riabilitative. Questo ospedale è da anni un affiliato dell'Hand Care Center, che annovera tra i suoi successi clinici la prima ricostruzione di un'arteria digitale (1962).

Il trapianto della mano è un'operazione molto complessa in cui sono coinvolti una serie multipla di tessuti: pelle, muscoli, tendini, ossa, cartilagine, adipe, sangue e fibre nervose. Nonostante ciò, il paziente sta bene, il suo trapianto non sembra dare problemi né di rigetto né di infezione e i medici sperano di rimandarlo a casa tra due o tre mesi.

hanno detto

Speriamo che recuperi anche la sensibilità al caldo e al freddo

Warren C. Breidenbach chirurgo della mano. Ci vorrà almeno un anno prima di affermare con certezza che l'intervento è riuscito e che la mano è efficiente. Noi speriamo non solo nel recupero di una buona presa, ma anche della sensibilità al caldo e al freddo.

Jon William Jones assistente chirurgo. Il trapianto della mano non è ovviamente un intervento salva-vita, perciò il trattamento farmacologico sarà sicuramente meno aggressivo di quello adottato nei trapianti di cuore, polmone, rene, fegato o pancreas.

Affiliati donatori d'organo del Kentucky agenzia per il trapianto degli organi. Sebbene i mass media abbiano dato particolare rilevanza a quest'operazione, i familiari del donatore desiderano rimanere anonimi. Essi hanno realizzato il desiderio del loro caro scomparso.

archivio





l'angolo di Blackcat
Scienzità è stato realizzato da Silvia Sorvillo e Vittorio Sossi